mercoledì 24 luglio 2019

Con il tempo che passa....


Con il tempo che passa si cambiano gli approcci alle questioni.
All'inizio della mia attività, curavo l'aspetto della qualità della prestazione con il profitto. Erano bilanciati.
Oggi, a distanza di alcuni anni, mi accorgo che la qualità della prestazione ha un peso maggiore. Ricerca della perfezione.
Mi sono reso conto, di questo cambio di approccio, da una conversazione fatta con un potenziale cliente.
Il tutto si è svolto così.
Cliente potenziale: “Salve Pez voglio organizzare un piano formativo che attraversi le competenze di tutta la mia azienda, può farmi un'offerta? Abbiamo da poco allestito una sala formazione ben attrezzata per le lezioni”.
Pez: “Significa che io e i suoi collaboratori passeremo tanto tempo chiusi a raccontare cose. Con la tecnologia faremo anche uso di filmati, presentazioni animate, giochi di ruolo, verifiche sullo stato di apprendimento e per finire una bella dispensa del corso”
Cliente: “Perfetto!”
Pez: “Grazie di aver pensato a me ma devo deluderla, non sono più capace di lavorare al chiuso, soffro, anzi, soffriamo. Se vuole qualità di apprendimento che si tramuti in qualità d'azione per i risultati operativi, devo incontrare i suoi ragazzi in natura, mare o montagna o cielo. Solo in questi ambienti riusciamo a vivere ciò che si racconta al un corso. Sperimentare dal vivo, vivere l'esperienza. Posso, però, indirizzarla ad altri professionisti competenti.”
Cliente: “So che Lei vuole portare i miei collaboratori presso il suo centro di formazione ma spostare per due giorni un gruppo di persone è problematico” Pez: “Capisco!” Non mi sono addentrato in una discussione di convincimento non mi interessava ed era tardi, dovevo partire per il centro di formazione, nel pomeriggio arrivava un gruppo di persone provenienti da 4 regioni partecipanti ad un corso di 3 giorni.
E' da questo incontro che ho capito il cambio di approccio.
Il cliente è un buon pagatore e per soddisfare il bisogno sicuramente ha intenzione di spendere qualche soldino. Sono sempre interessato al fatturato/guadagno ma la mia testa è rivolta ad altro. Lavorare sulle caratteristiche immateriali, motori potentissimi che mettono in moto le conoscenze. Per fare questo ho bisogno, abbiamo bisogno, della natura non della cadrega (sedia) :))





lunedì 10 dicembre 2018

Ricerca

https://www.linkedin.com/in/robertopezzin/detail/recent-activity/shares/

mercoledì 3 ottobre 2018

Percorso difficile ma molto utile.


Il buon funzionamento e il conseguente sviluppo di un’organizzazione, sono determinati, in particolar modo, dalla motivazione delle persone.
Come stimolare le persone ad esprimersi con maggior entusiasmo? Come mantenere una buona motivazione? Come far mantenere gli accordi di squadra? Le domande alle quali dare risposte chiare e concrete sono tante per questo, il corso proposto ha una durata di 6 giorni sabato e domenica per tre week end. Durante l'addestramento si esaminano, con la partecipazione di vari docenti operativi, metodi utili e già collaudati per mantenere un buon livello di motivazione all’interno dei gruppi/squadre.
Gli argomenti con esercitazioni pratiche, si rivolgono a quelle figure che hanno il compito di dare “ossigeno” a se e agli altri. Uscire dalle abitudini che stringono la visione e il rinnovamento. Formatori interni, job trainer, preparatori atletici, titolati d’impresa, amministratori, responsabili formazione in strutture no profit e pubbliche con almeno 3 anni d’esperienza lavorativa.

Alcuni degli argomenti

Il motivatore -coach: quali caratteristiche e come svilupparle (l’allenamento del motivatore)
Le regole d’ingaggio tra motivatore e la propria squadra
Supporti per comunicare
Comunicare ad una o a più persone
Preparare presentazioni
Far generare idee
Motivare agli sforzi
Allenare la mente e il comportamento per il cambiamento
Formare “squadre”
Quando il “lavoro diventa spettacolo”
Motivare agli obiettivi
Preparare un piano di motivazione annuale con attività ludo/formative in e outdoor
Stimolare alla ricerca
Gestire i conflitti
Comprendere il problema e ricercare la soluzione
Predisporre piani di miglioramento a premi “vinci e scegli il regalo”
Decidere
Trasmettere passione
Formare facendo

Note: i partecipanti possono, prima dell’inizio del corso, inviare a Roberto Pezzin ulteriori argomenti di personale interesse. (4 giorni prima inizio corso)
Si richiede certificato medico per attività sportiva non agonistica
Le uscite si svolgono in montagna e mare
E’ rilasciato attestato di frequenza








domenica 2 settembre 2018

Educare al rischio, con metodo, facilità la comprensione della "decisione"

mercoledì 13 giugno 2018

Alcune chiavi per aprirsi a nuove mete. Comprendile, allenale, agisci!

lunedì 26 febbraio 2018